La Mission

La Terra: un'Oasi da salvare...

 

...e si può salvare la natura anche a tavola se il cibo, come l’olio, la pasta, il riso, il miele biologici provengono da aree protette, come le Oasi WWF.

 

È questo lo spirito del progetto Terre dell’Oasi, promosso dal WWF Italia, dal WWF Oasi e dalle Cooperative delle Oasi aderenti a Legacoop. Un progetto nato per difendere la biodiversità e per sostenere la gestione delle Oasi del WWF grazie alla produzione, trasformazione e distribuzione di alimenti prodotti al loro interno (o in aree ad esse adiacenti) secondo i principi dell’agricoltura biologica.

L’iniziativa ha origine dalla volontà di valorizzare al meglio le esperienze più virtuose già attivate a livello locale, proiettando queste su scala nazionale, sfruttando le potenzialità del sistema delle Oasi WWF, che oggi conta più di 100 aree.

Terre dell’Oasi è una felice combinazione fra ambiente e green-economy, che abbraccia anche il sociale.

Al progetto partecipa infatti anche la Cooperativa sociale Daphne di Anversa degli abruzzi che, in collaborazione con la Casa di reclusione di Sulmona, ha avviato un’iniziativa che coinvolge i detenuti nella realizzazione di una parte dei contenitori e delle strutture espositive dei prodotti.

 

Obiettivo del progetto Terre dell’Oasi è quindi quello di dimostrare che un’attività produttiva, se rispettosa del territorio, è assolutamente compatibile con la conservazione della natura; che il paesaggio agrario presente nelle Oasi o ai propri confini va tutelato e riqualificato, in quanto serbatoio fondamentale di biodiversità; che le attività produttive sostenibili sono una fonte importante di autofinanziamento per le aree protette, come le Oasi.

 

E per chi nelle Oasi ci lavora... Terre dell’Oasi è la realizzazione di un sogno. In molti ci abbiamo creduto, investito, rischiato. Ora, finalmente, siamo orgogliosi di potervi invitare ad assaggiare i nostri prodotti, che oltre ad essere buoni, sani e di una qualità superiore, rappresentano uno strumento in più per sostenere la gestione delle Oasi e la conservazione della biodiversità.

0

© Terre dell'Oasi 2013 - design: COGECSTRE edizioni - PENNE